Nuova pagina 1  
Nuova pagina 2

 - Carrozzeria

 - Carrozzeria: attrezzature
 - Carrozzeria: complementari
 - Carrozzeria d'epoca
 - Vernici ad effetto
 - Industria e Nautica
 - Bombolette spray: ricarica
 - Casa e Edilizia  
 - Belle Arti  
 - Hobby & Decoro
 - Il Decoupage  
 - Servizio scuole
 - Servizi di consulenza
 - Newsletter
 - I nostri partners
 - NovitÓ e comunicazioni
 

OFFERTE E PROMOZIONI

SHOP ONLINE


I NOSTRI ORARI

LUNEDI / VENERDI

mattina 8.30 - 12.30
pomeriggio 14.00 - 18.00
SABATO CHIUSO
SERVIZIO CARROZZERIE: non ci sarÓ pi¨ distinzione di orario tra negozio e servizio carrozzerie

 
Nuova pagina 2
NEWS01.09 
ARIA: Autorizzazione generale di impianti e attivita' in deroga - Art. 272 c. 2 e 3 D.Lgs. 152/06

La Regione Lombardia ha emanato il nuovo elenco delle "attivita' in deroga " (ex attivita' a ridotto inquinamento (atmosferico) soggette all'autorizzazione generale e gli allegati tecnici delle singole attivita' ai quali tutti i soggetti interessati dovranno aderire entro 60 giorni dall'adozione da parte dalla Provincia di competenza;
in caso contrario l'impianto/attivita' sara' considerato in esercizio senza autorizzazione.
Si precisa che le nuove disposizioni riguardano 35 tipolologie di attivita'/impianti tra cui: carrozzerie, tipografie, litografie, produzione di mobili ed articoli in legno, verniciatura, sgrassaggio, produzione di mastici e vernici fonderie, saldature, diverse lavorazioni meccaniche su metalli e leghe e operazioni di pulizia dei metalli (tornitura, fresatura, rettifica, taglio, foratura, tranciatura, filettatura) che, in passato, erano escluse dal regime di autorizzazione. Il provvedimento riguarda migliaia di aziende del territorio lombardo

CHI DEVE PRESENTARE LA DOMANDA
La domanda di adesione all'autorizzazione generale deve essere presentata dal gestore che intende:
_ continuare l'esercizio dell'impianto o dell'attivita' gia' autorizzata in via generale ai sensi della
normativa precedente (attivita' a ridotto inquinamento atmosferico - RIA). In questo caso la domanda,
dovra' essere presentata entro 60 giorni dall'adozione dei provvedimenti da parte della Provincia
competente eventualmente corredata da un progetto di adeguamento.
_ installare un nuovo impianto, esercire una nuova attivita' in deroga, trasferire da un luogo a un altro un
impianto/attivita' in deroga esistente e gia' autorizzato in via generale
_ continuare ad esercire un impianto/attivita' in deroga prima classificata come attivita' ad inquinamento
scarsamente rilevante e che per incremento di produzione rientri tra le attivita' in deroga di cui all'art. 272, comma 2.
La PROVINCIA DI MILANO, con Decreto n. 53 del 17/02/09 ha gia' adottato i nuovi provvedimenti regionali e pertanto, per le aziende situate nella provincia milanese e' prevista:
_ la SCADENZA DEL 23 APRILE 2009 per il rinnovo dell'adesione all'autorizzazione in via generale da
parte dei gestori delle attivita' gia' autorizzate ai sensi della precedente normativa sul ridotto inquinamento
atmosferico,
_ dal 22 febbraio 2009 la decorrenza delle procedure autorizzative per le nuove attivita'
Le ALTRE PROVINCE adotteranno a breve i nuovi provvedimenti e ne definiranno i relativi tempi di attuazione IPPC: Comunicazione dei dati previsti dal Piano di Monitoraggio
La Regione Lombardia ha individuato le modalità per la comunicazione dei dati relativi ai controlli delle emissioni richiesti nell'Autorizzazione Integrata Ambientale (Autorizzazione in possesso dei gestori di impianti IPPC di cui al D.Lgs. 59/2005).

TRASMISSIONE DEI DATI.
Le imprese devono trasmettere i dati con l'applicativo A.I.D.A. predisposto da ARPA Lombardia che fornira' le modalita' operative (indirizzo internet e manuale di compilazione) in un momento successivo.
In sede di prima applicazione la trasmissione dei dati deve avvenire entro il 31 luglio 2009.
A partire dal 2010 tutti i dati relativi ai controlli effettuati durante un anno solare dovranno essere inseriti entro il 30 aprile dell'anno successivo.

ASPETTI PARTICOLARI
I gestori di impianti IPPC che effettuano attivita' di trattamento rifiuti e gia' compilano l'applicativo "ORSO" sono tenuti alla compilazione dell'applicativo AIDA limitatamente ai dati non contemplati nell'applicativo ORSO.
I gestori di impianti presso i quali sono installati SME (Sistemi di Monitoraggio in continuo delle Emissioni gassose) ma non collegati alla Rete SME di ARPA Lombardia, devono inserire nell'applicativo AIDA i dati medi su base mensile

NOVITA' LEGISLATIVE
Convertito in legge il D.L. 208/2008 che riportava alcune novita' in materia ambientale. Oltre a confermare le novita' inserite nel decreto, il testo di conversione ne prevede di aggiuntive.
Nello specifico, le novita' piu' importanti riguardano:
MUD: il nuovo modello sara' utilizzato per le dichiarazioni da presentare entro il 30 aprile 2010. Pertanto il modello da
utilizzare per la dichiarazione del 2009 (con riferimento ai dati 2008) resta quello gia' in uso.

DANNO AMBIENTALE
TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI (TARSU)/TARIFFA INTEGRATA AMBIENTALE (TIA):
confermata la proroga a tutto il 2009 per il regime di prelievo relativo al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti adottato in ciascun comune per il 2008; l'art. 5 stabilisce inoltre che i Comuni potranno adottare la TIA se al 30 giugno 2009 il Ministero dell'Ambiente non emanera'il nuovo regolamento.
DISCARICHE: per quanto riguarda l'accettazione dei rifiuti in discarica, l'articolo 5 limita al 30 giugno 2009 la proroga relativa all'articolo 17, commi 1, 2 e 6 del D.Lgs. 36/03. Nello specifico:
_ le discariche gia' autorizzate al 27 marzo 2003 (data di entrata in vigore del D.Lgs 36/2003) possono continuare a
ricevere i rifiuti per cui sono state autorizzate;
_ le nuove discariche (autorizzate dopo il 27 marzo 2003) possono continuare a smaltire i rifiuti seguenti osservando le
vecchie disposizioni (Delibera Interministeriale 27 luglio 1984, valori limite e condizioni di ammissibilita', ed eventuali deliberazioni regionali connesse.):
- nelle discariche per rifiuti inerti: i rifiuti prima avviati alle discariche di II categoria, tipo A;
- nelle discariche per rifiuti non pericolosi: i rifiuti prima avviati alle discariche di I categoria e di II categoria, tipo B;
- nelle discariche per rifiuti pericolosi: i rifiuti prima avviati alle discariche di II categoria tipo C e terza categoria.
Le Regioni possono chiedere al Ministero dell'Ambiente un prolungamento della proroga entro il 15 marzo 2009. La proroga non si applica alle discariche di II categoria, tipo A, ex <2A> e alle discariche per rifiuti inerti alle quali si conferiscono materiali di matrice cementizia che contengono amianto.
L'articolo 6 conferma invece la proroga al 31 dicembre 2009 per il conferimento in discarica dei rifiuti con PCI superiore a
13000 kj/kg.
PRODOTTI, SOSTANZE E MATERIE SECONDARIE
L'articolo 6 introduce una disposizione derogatoria transitoria per consentire l'esclusione dal regime dei rifiuti per le materie, le sostanze e i prodotti secondari stoccati presso gli impianti autorizzati alla gestione dei rifiuti (in base alle vigenti norme ambientali) che effettuano una o piu' delle operazioni di recupero dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata o da raccolte dedicate di rifiuti speciali recuperabili in carta o cartone, vetro, plastica e legno (fatto salvo il disposto di cui all'articolo 181-bis del D.lgs. 3 aprile 2006, n. 152 e a condizione che siano rispettate le disposizioni in materia di tutela della sicurezza dei lavoratori, di prevenzione incendi e le norme in tema di protezione dell'ambiente e della salute).
I quantitativi stoccati non possono superare la capacita' annua autorizzata dell'impianto; in mancanza di quest'ultima, i
quantitativi stoccati non possono superare la potenzialità dell'impianto.
La disposizione vale sino all'1 marzo 2010.
RIFIUTI CONTENENTI IDROCARBURI
L'articolo 6-quater norma la classificazione dei rifiuti contenenti idrocarburi per l'assegnazione della caratteristica di pericolo H7 (cancerogeno).
TERRE E ROCCE DA SCAVO E RESIDUI PROVENIENTI DALL'ESTRAZIONE E DALLA LAVORAZIONE DI MARMI
E PIETRE
ACCORDI DI PROGRAMMA
ACQUA DI FALDA: le acque provenienti da attività di messa in sicurezza possono essere scaricate nei limiti fissati per le acque reflue industriali in acque superficiali.
SERVIZIO IDRICO INTEGRATO
S C A D E N Z E
AMIANTO DENUNCIA ANNUALE UTILIZZO, BONIFICA E/O SMALTIMENTO AMIANTO: scadenza 31 MARZO
Con la presente Vi comunichiamo la scadenza del 31 MARZO quale termine ultimo per la presentazione della denuncia di cui alla Legge 27/03/1992 n. 257, relativa all'utilizzo e/o smaltimento e/o bonifica amianto.
Si precisa che il termine del 31 marzo e' previsto per la Regione Lombardia dall'art. 5 comma 3 della Legge Regionale 29 settembre 2003, n. 17.
Tale dichiarazione va effettuata su apposita modulistica e presentata all'A.S.L. territorialmente competente.





 

Centro del Colore Pastore - Viale Lombardia, 117/119. 20089 Rozzano (Mi). Tel. 02.8258087 - 02.8258966. P.IVA 03756470153  -  R.E.A. MI 942233  -  Cap. sociale 20.000,00 Ç


COLORIFICIO MILANO - RIVENDITORI PRODOTTI STANDOX - PRODOTTI PER CARROZZERIA - VERNICI PPG - VERNICI STANDOX

COLORIFICIO ROZZANO - PRODOTTI PER CARROZZERIA D'EPOCA - DECOUPAGE MILANO - PRODOTTI PER CARROZZERIA A MILANO - aMilano.info - link

Sito segnalato su Small Advertise!